SalumiAmo Magazine

Assemblea IVSI 2024: nominato il nuovo Consiglio Direttivo

18 aprile 2024 – Si è tenuta lo scorso 17 aprile 2024 a Fontevivo (PR) l’Assemblea annuale dell’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani. Dopo la presentazione alle aziende consorziate delle tante attività svolte nel 2023, fra azioni di promozione in Italia e all’estero – anche attraverso i programmi europei regolamentati dal Reg. 1144/2014, iniziative di comunicazione dedicate alla stampa o ai consumatori e di formazione per le aziende del settore, è stato illustrato il rendiconto economico dell’anno 2023 ed il dettaglio del budget previsto per le attività del 2024.

L’Assemblea ha anche affrontato il rinnovo delle cariche, che ha così portato ad una nuova composizione del Consiglio Direttivo, formato per il prossimo triennio dai seguenti membri:

  • Giorgio Beretta (Salumificio F.lli Beretta Spa)
  • Emanuela Bigi (F.lli Veroni Fu Angelo Spa con unico socio)
  • Stefano Borchini (Slega Srl)
  • Gianfranco Delfini (CLAI Soc. Cooperativa Agricola)
  • Giulio Gherri (Prosciuttificio San Michele Srl – Terre Ducali)
  • Marella Levoni (Levoni Spa)
  • Emilio Mottolini (Salumificio Mottolini Srl)
  • Emanuela Raimondi (Felsineo Spa Società Benefit)
  • Tiziana Raspini (Raspini Spa)
  • Sara Roletto (Rugger Srl – Lenti)
  • Claudio Palladi (Rigamonti Salumificio Spa)
  • Stefania Rota (San Vincenzo di Fernando Rota Srl)
  • Arnaldo Santi (Fumagalli Ind. Alimentari Spa)
  • Lorenzo Spada (Villani Spa)
  • Giorgia Vitali (Salumificio Vitali Spa)

Durante la prima riunione ufficiale, il Consiglio Direttivo eleggerà il nuovo Presidente ed un Vice Presidente.

Termina così, dopo diversi mandati, il periodo alla guida dell’IVSI di Francesco Pizzagalli, Presidente dell’Istituto negli ultimi 12 anni. Una figura che è stata più di un leader per le aziende consorziate, che con visione e lungimiranza, ha cercato di leggere attentamente il presente, per guidare il settore attraverso cambiamenti profondi e grandi sfide, sia sul fronte nazionale che nell’espansione all’estero del comparto.

Durante l’Assemblea, Pizzagalli ha voluto chiudere la sua esperienza in IVSI congedandosi dalla presidenza con una riflessione profonda dello stato attuale del settore e di ciò che – a suo giudizio – va tenuto in considerazione per prepararsi al futuro, al meglio.

INTERVENTO DEL PRESIDENTE USCENTE

“Oggi è un giorno importante: questa assemblea è chiamata a nominare un nuovo consiglio dell’Istituto che a sua volta dovrà designare la nuova Presidenza. Fin da subito il mio augurio a coloro che saranno chiamati a continuare il lavoro costruito, anche con fatica, in tutti questi anni.

È anche l’assemblea con cui chiudo il mio lungo rapporto con l’istituto, iniziato nel lontano 1993. Essendo questa la mia ultima partecipazione alla vita dell’istituto, vorrei lasciarvi alcune riflessioni, evitando la noiosa elencazione di ciò che è stato fatto.

Assumere una carica all’interno di un sistema associativo è un fatto importante che bisogna fare con rispetto, a volte con pazienza, ma anche con tanto coraggio e determinazione; assumere la guida di un sistema associativo vuol dire anzitutto avere la consapevolezza che dietro al nome di ogni associato c’è un imprenditore con la sua gente, che con pazienza e coraggio crea vantaggi per sé stesso, ma anche per la comunità e per il territorio. Non so se anche a voi è capitato di sottolineare che spesso le nostre aziende vengono chiamate imprese, perché così si chiamano le conquiste importanti come scalare una montagna o raggiungere un obiettivo sfidante. In questi ultimi anni, meglio in questi ultimi tre mandati, mi ha sempre accompagnato quella frase che spesso ho citato: ‘prendiamoci cura del nostro futuro, insieme’!

Prendersi cura del proprio futuro significa domandarsi cosa devo fare io perché la mia azienda possa esserci ancora tra dieci o vent’anni. Il sistema associativo, ed in particolare il nostro istituto, ha voluto prendersi cura di questo interrogativo offrendo stimoli, suggerimenti, tanta cultura oltre che ai normali servizi propri di un sistema associativo.

In questi ultimi anni abbiamo posto al centro del nostro lavoro il tema dello sviluppo sostenibile. Abbiamo avviato una riflessione profonda sulle tematiche, sugli strumenti utili ad aiutare le aziende nell’affrontare un cambiamento epocale. Oggi parlare di sostenibilità è quasi riduttivo, un termine che rischia di diventare un noioso slogan: sostenibilità è molto, ma molto di più, significa essere generativi, non aspettare, cambiare passo, atteggiamento, prepararsi in anticipo, studiare, leggere… in poche parole sostenibilità è creare una nuova cultura d’impresa, il mondo sta cambiando rapidamente e noi non possiamo vivere e far vivere le nostre aziende solo con il ricordo di ciò che siamo stati.

Ho pensato che fosse cosa utile per attività del prossimo consiglio lasciare in eredità non tanto quello che si è fatto, che tutti ben conoscete, ma alcune riflessioni che hanno caratterizzato la mia visione su ciò e su come prepararsi al futuro.

Anzitutto il coraggio della visione.

L’economia prende una forma storica a secondo del momento che una società vive. L’economia è il risultato di tre elementi che si calano, in stretta relazione tra di loro, nel momento storico che si sta vivendo.

Dimensione tecnica economica. Gli assetti politici istituzionali. Le basi culturali.

Questi tre fattori sono strettamente interconnessi, cambiano a seconda del momento storico che si sta vivendo. Così facendo ogni periodo storico può prevedere una trasformazione del modello di sviluppo economico. È evidente che stiamo attraversando un periodo di profondo cambiamento. L’assetto che il capitalismo ha perseguito negli ultimi vent’anni del secolo scorso, con l’inizio della globalizzazione, ha dato vita ad una crescita fortemente espansiva.

Tutto questa crescita pur portando miglioramenti nella vita di molte fasce del tessuto sociale, a seguito di shock (dalla bolla immobiliare, alla crisi finanziaria, alla crisi ambientale climatica e da ultimo anche la guerra), tale crescita ha incominciato a rallentare cambiando gli assetti che avevano caratterizzato lo sviluppo economico durante la globalizzazione.

Oggi sta avvenendo un cambiamento, una metamorfosi di tali assetti dell’intero capitalismo mondiale E non è ancora chiaro quali saranno prossimi assetti. Ciò che è certo e che bisogna cambiare. Quanto emerso negli ultimi tempi ci suggerisce che nuovi driver potranno essere gli elementi con cui impostare il futuro cambiamento: sostenibilità e intelligenza artificiale.

La sostenibilità non è una moda, neppure un’autostrada, non è solo ambiente ma anche capitale umano. Quando si parla di capitale umano non dobbiamo dimenticare la questione demografica che entrerà a far parte dei temi della sostenibilità. Quando si parla di capitale umano non possiamo dimenticare il tema del ricambio generazionale. Molti dei problemi dell’imprenditoria italiana stanno nei passaggi generazionali, è sconcertante come la generazione che precede non prepari adeguatamente quella che segue.

L’altro driver che si è attivato è il cambiamento tecnologico che potrà influire sia sui modelli produttivi sia sui livelli di comunicazione, sia sui temi della mobilità, sia sulla necessità della creazione di nuovi beni. Nuovi assetti di cui nessuno conosce esattamente l’evoluzione.

In questo contesto sia il nostro istituto, sia la nostra associazione, sia le nostre aziende dovranno alimentare costantemente la capacità di visione per avere ben chiaro dove andare. Intelligenza e visione diventano fondamentali.

La capacità di visione. Aiuta a superare l’inerzia che continua ad essere una tentazione nelle nostre aziende. L’inerzia culturale è quella che ti fa dire ‘facciamo così perché si è sempre fatto così’. L’inerzia culturale alimenta anche l’inerzia strategica. Bisogna imparare a progettare il futuro per far questo è necessaria la condivisione. Non possiamo immaginare la possibilità di un cambiamento del paradigma di sviluppo economico fin qui perseguito senza coinvolgere l’intero sistema aziendale attraverso la costruzione di modelli di condivisione e di collaborazione.

‘Per passare da un modello estrattivo ad uno circolare, per ripensare il significato di crescita e di sviluppo servono figure che non si nutrano solo di manuali di management ma di vita e di tutto ciò che la vita contiene: la poesia, la musica, il cinema la letteratura’.

‘La parola Universitas contiene l’idea del tutto e quella della comunità, del lavorare insieme, contiene l’ideale verticale che è costruire plasmare un nuovo modo di concepire l’impresa, un desiderio di conoscenza vero insaziabile, ma contiene anche la dimensione orizzontale che è quella chi ci aiuta a capire che la visione, la ricerca va fatta insieme, alimentata dal desiderio di verità, disponibilità al confronto per costruire rapporti costruttivi’.

Oggi crescere per un’azienda non è una questione puramente economica, ma di sguardo sul mondo. Quel che conta e la mentalità, la cultura il modo di stare al mondo, soprattutto il modo di gestire le relazioni interne tra le persone che vi lavorano. Un’azienda è grande quando non cessa mai di ripensarsi, immagina il proprio futuro prima che questo   accada, ma in esso include il suo passato, senza mai dimenticare di gestire con cura il presente.

Questo equilibrio potrà aiutarci ad affrontare un momento difficile, quell’equilibrio che deve consentire a bilanciare identità e crescita due elementi fondamentali che rendono possibile il futuro delle nostre aziende.”

Francesco Pizzagalli

News

Da Piacenza a Recco in moto: parte Val Trebbia ...

Da Piacenza a Recco in moto, attraverso la Val Trebbia, per valorizzare salumi dop piacentini e focaccia di Recco igp, insieme al territorio

Da Piacenza a Recco in moto: parte Val Trebbia Food & Ride Moto Experience
News

Cambio al vertice per l'Istituto Valorizzazione...

Marella Levoni è la nuova Presidente dell’Istituto per il triennio 2024-2027. La nomina è arrivata ieri al termine del Consiglio direttivo dell’Istituto

Cambio al vertice per l'Istituto Valorizzazione Salumi Italiani: Marella Levoni è la nuova presidente per il triennio 2024-2027
News

Assemblea IVSI 2024: nominato il nuovo Consigli...

Il 17 aprile 2024 è stato nominato il nuovo Consiglio Direttivo dell’Istituto. Presto la squadra nominerà il nuovo presidente. Pizzagalli lascia dopo 12 anni: ecco il testo integrale del suo intervento in assemblea

Assemblea IVSI 2024: nominato il nuovo Consiglio Direttivo
News

Mortadella Bologna IGP a Vinitaly fa il tris di...

Il Consorzio è presente al Vinitaly 2024 in ben tre appuntamenti con la possibilità di scoprire gli abbinamenti le eccellenze vitivinicole

Mortadella Bologna IGP a Vinitaly fa il tris di presenze
News

Pasqua: tradizione e creatività vanno a braccetto

La nostra proposta ha un nome esotico, difficile da pronunciare, ma l’idea è geniale e di quelle da poter declinare all’infinito, sia nella scelta degli ingredienti che nella decorazione.

Pasqua: tradizione e creatività vanno a braccetto
News

La magia (semplice) di un tortino

Facile da cucinare, in pochi minuti cuoce in forno dopo una preparazione davvero veloce e per nulla complicata, adatta anche a chi in cucina, non si trova nel suo ambiente.

La magia (semplice) di un tortino
News

Le 3 DOP piacentine al “F.RE.E.” di Monaco con ...

Presentata al Municipio di Monaco alla stampa tedesca, la tappa di Piacenza del Tour de France, cicloturismo e riqualificazione del prodotto balneare

Le 3 DOP piacentine al “F.RE.E.” di Monaco con la regione Emilia-Romagna
Eventi

Premio Reporter del Gusto: 17° edizione a Milano

A Milano la diciassettesima edizione del premio giornalistico nato nel 2005 per celebrare il lavoro della stampa

Premio Reporter del Gusto: 17° edizione a Milano

SalumiAmo Magazine è nato per condividere news, ricette e curiosità sul mondo dei salumi, patrimonio unico al mondo ed invidiato ovunque. SalumiAmo è un marchio registrato e gli eventi organizzati da IVSI (Istituto Valorizzazione Salumi Italiani), che è l'Istituto con una mission molto chiara già nel nome, portano questo brand in giro per l'Italia e nel mondo. In questo spazio puoi tenerti aggiornato sul mondo dei salumi italiani.