Würstel

E' un salume arrivato in Italia dall'Europa centrale, ma ormai pienamente diffuso e apprezzato anche qui. Di dimensioni piccole, in genere "monodose", si ottiene insaccando un impasto di carni suine selezionate. Il colore, esterno e interno, è solitamente rosato, mentre il sapore delle singole varietà può essere personalizzato dall'aggiunta di aromi, come cipolla rossa, sale, pepe, origano e a volte anche zucchero. Consumato crudo o cotto, si è velocemente integrato nella moderna gastronomia italiana.

Come si produce il würstel

Il würstel, diminutivo di würst che in tedesco significa salsiccia, si ottiene da un impasto di carne, lardo di maiale, aromi e spezie macinate finemente. In Italia, la carne di suino impiegata per la sua produzione, non può essere separata meccanicamente e deve rispondere alla definizione di 'carne' che ne da l'Unione Europea. Successivamente il composto viene fatto riposare prima di procedere con l'insaccatura, l'affumicatura, la cottura ed il raffreddamento.