Area salute & benessere

Gravidanza e allattamento: un plus nutrizionale

Condividi la pagina:

La gravidanza e l’allattamento sono due stati fisiologici in cui è necessario un giusto adeguamento nel fabbisogno di energia e nutrienti. Durante la gravidanza bisogna fare scorta di nutrienti per favorire lo sviluppo di una nuova vita, con particolare attenzione al fabbisogno di proteine (fondamentali per la formazione del feto), oltre che di calcio, di fosforo e di vitamina D, elementi necessari per la formazione dell’apparato scheletrico e del sistema nervoso. Ferro e iodio sono indispensabili per garantire il corretto funzionamento della tiroide. Le vitamine A e C, hanno un ruolo chiave nella formazione dei tessuti muscolari; altrettanto importanti sono le vitamine del gruppo B e l’acido folico, la cui carenza potrebbe determinare disturbi neurali al feto.

A fronte di questi fabbisogni, risulta fondamentale alimentarsi in modo ricco e vario, privilegiando, come condimento, l’olio extra vergine d’oliva, in quanto ricco di acido oleico, elemento importante per la maturazione del sistema nervoso nel bambino, di cui ne sono ricchi anche molti salumi. Particolare attenzione, in gravidanza, deve essere riservata al lavaggio delle verdure e al consumo di carne ben cotta, accorgimenti che consentono di ridurre il rischio di contrarre la toxoplasmosi. Attenzione quindi ad evitare i salumi crudi a breve stagionatura (quali, per esempio, i salami); per prodotti come i prosciutti crudi, i lunghi periodi di permanenza del prodotto a bassa temperatura nelle prime fasi della lavorazione hanno dimostrato un ampio margine di garanzia dell’inattivazione del parassita eventualmente presente nella carne cruda.

Prosciutto cotto, mortadella, zampone e cotechino, che per legge devono essere sottoposti a temperature non inferiori a 70°C, risultano, invece, completamente sicuri da questo punto di vista e, come si è potuto notare, sono anche tra i prodotti che hanno ridotto significativamente il loro contenuto di sale e grassi.

Grazie al loro contenuto in proteine e all’equilibrio del profilo lipidico, al contenuto in vitamine e sali minerali indispensabili per la crescita e per il mantenimento di un buono stato di salute, i salumi possono, quindi, essere una buona alternativa al secondo, oppure essere un pratico e delizioso spuntino, sia per la gravidanza sia, e soprattutto, per la fase di allattamento, quando le richieste energetiche sono ancora più importanti.